Pane fruttariano

 

Procedimento:

per un panino:

sbucciare e tagliare a tocchetti un platano non del tutto maturo, frullarlo con poco olio denocciolato (max un cucchiaio) e poca acqua e facoltativamente un po’ di sale, finché non si otterrà un impasto abbastanza omogeneo; compattarlo a mano nella forma desiderata ed infornare a 180 gradi per circa mezz’ora (controllare tastandolo ogni tanto, finché non avrà assunto l’esatta consistenza del pane “tradizionale” di semi).

Il condimento usato in questo caso è quello vegancrudista a base di pomodoro che solitamente si mangia con le “bruschette”.

Questo pane non solo è praticamente identico in consistenza a quello di grano o di altri cereali (e ne è quindi un eccellente sostituto carpotecnico), ma essendo appunto composto da sola frutta, per gli innumerevoli motivi descritti nelle sezioni di questo sito (vedi scienza dell’alimentazione moderna, anatomia comparata, fisiologia comparata) risulta molto più gustoso, oltre che decisamente più saziante, digeribile, appagante.

Buon appetito!

Annunci