Frutto anti-cancro, anti-diabete e stimolante le difese immunitarie

( N.Morgan ) Gli incredibili benefici per la salute del melone amaro o karela sono stati conoscenza comune e utilizzata da alcune popolazioni indigene per molti anni. Questa pianta medicinale è stata utilizzata per combattere il diabete e malattie maligne, come il cancro.

Numerosi studi hanno riscontrato che il melone amaro è estremamente utile per il trattamento di alcuni tipi di tumori grazie ai suoi principi attivi, che inibiscono il metabolismo del glucosio nelle cellule maligne riducendo così il loro approvvigionamento di carboidrati e facendole morire di fame.

karela1

Come riportato dagli scienziati da Saint Louis University Cancer Center, la karela non solo distrugge le cellule tumorali con le sue forti proprietà anticancro, ma impedisce anche alle cellule tumorali di diffondersi o formarsi. Un team di esperti della University of Colorado Cancer Center ha scoperto che il succo di melone amaro è in grado di eliminare gli effetti collaterali sperimentati durante la chemioterapia, e può rallentare la crescita del tumore al pancreas.

Ciò che rende il melone amaro così efficace è la glicoproteina lectina, che ha gli stessi effetti dell’ insulina: riduce la concentrazione di glucosio nel sangue e agisce come un immuno-modulatore. Ecco perché questa pianta è di grande beneficio per il trattamento del fegato, della prostata, del colon e del polmone, leucemie e neuroblastoma.

Tuttavia, il melone amaro non è raccomandato per le donne in gravidanza e che allattano bambini.

Originario dell’Asia meridionale e del Sud America, il melone amaro, noto anche come Goya, zucca amara, Karela, o balsamo Pera, prospera in climi caldi e umidi, tra cui l’Africa, Asia, Sud America e nei Caraibi. Il melone amaro cresce su una vite con fiori gialli e foglie frammentate, ed è estremamente amaro al gusto. E ‘molto simile nella forma a zucchine con una forma allungata. I suoi colori cambiano da verde a giallo-arancio a seconda dello sviluppo.

Il frutto maturo si apre in tre parti e rilascia molti semi rossi. Mentre molte nazioni orientali lo usano come cibo, il resto del mondo lo usa come una medicina.

karela2

Valore nutrizionale di 100 grammi di fresco, crudo melone amaro:

vitamina K – 4,8 mg
vitamina B1 (tiamina) – 0,040 mg
vitamina B2 (riboflavina) – 0,040 mg
vitamina B3 (niacina) – 0,400 g
Vitamina C – 84 mg
Calorie – 17 kcal
Carboidrati – 3,70 g
La fibra alimentare – 2,8 g
Fat – 0317 g
folati – 27 mcg
Proteine – 1,00 g
Potassio – 296 mg
Calcio – 19 mg
Fosforo – 31 mg
Magnesio – 17 mg
Sodio – 5 mg

Dal momento che contiene solo 17 calorie per 100 g, melone amaro ha un basso potere calorico. Tuttavia, i suoi baccelli sono fonti ricche di fitonutrienti come fibra alimentare, minerali, vitamine e antiossidanti. Per essere più specifici, il melone amaro è abbondante di vitamine B1, B2, B3 e, C, magnesio, acido folico, zinco, fosforo e manganese.

Inoltre, esso contiene elevate quantità di ferro, il doppio del beta-carotene di broccoli, il doppio del calcio di spinaci, e due volte il potassio di una banana.

I benefici per la salute di melone amaro non si limitano alle proprietà anti-cancro. Questo frutto è stato dimostrato essere anche utile nel trattamento di asma, infezioni della pelle, problemi di stomaco, ipertensione, e diabete. In realtà, la karela è stata a lungo utilizzata come parte della medicina naturale in Cina, India, Africa e Sud America.

Ci sono diversi modi di consumarla: cotta, sotto forma di succo, cruda o in una tintura.

 

karela3

Cancro del pancreas:

Le proprietà antitumorali di melone amaro in relazione al cancro del pancreas sono state confermate da uno studio clinico condotto dalla University of Colorado. I risultati dello studio hanno rivelato che il melone amaro riduce la dimensione dei tumori pancreatici del 64%.

I ricercatori hanno scoperto che l’estratto di melone amaro abbassa il metabolismo del glucosio nelle cellule pancreatiche, debellandole. Gli scienziati hanno anche esaminato se l’estratto può essere applicato direttamente alle cellule tumorali del pancreas, in quanto ha mostrato risultati positivi su pazienti con diabete di tipo 2, che spesso precede il cancro al pancreas. I risultati dello studio hanno mostrato che i topi di laboratorio alimentati con succo amaro avevano il 60% più basso rischio di sviluppare il cancro rispetto al gruppo di controllo.

Cancro al seno:

Uno studio condotto nel 2010 ha trovato che l’estratto di melone amaro è anche utile per il trattamento del cancro al seno. Agisce nello stesso modo come un cancro al pancreas inibendo la crescita delle cellule tumorali inducendo la morte cellulare per apoptosi.

Lo studio ha anche confermato che l’estratto di melone amaro modula vie di trasduzione del segnale per l’inibizione della crescita delle cellule del cancro al seno e può essere utilizzato come integratore alimentare per la prevenzione di quest’ultimo.

[FONTE]

Annunci