Spugne carpotecniche con la zucca luffa

Fare la doccia con una zucchina? È tutta questione di Luffa! Quanto siete davvero intenzionati a sapere e a cambiare i vostri consumi e le vostre abitudini? Beh, qualcosa di davvero semplice è smettere di utilizzare le spugne animali questo non solo perché crudele e una di quelle cose che influisce sul depauperamento della biodiversità, ma soprattutto perché dimostrazione piena della mancanza di rispetto che noi uomini abbiamo per la natura che ci porta a uccidere e sfruttare non solo nel momento di necessità ma anche per cose assolutamente superflue.

Il rispetto per tutti gli esseri viventi può passare anche attraverso la scelta di sostenibilità e autoproduzione di una cosa così poco considerata come una spugna.

Sapete che generalmente le spugne animali, per intenderci quelle “belle morbide perfette per i bebè” non sono altro che piccoli organismi viventi che crescevano e svolgevano le loro attività in piena armonia con il resto del loro ecosistema?


Volete davvero essere responsabili del loro depauperamento, della loro morte e del loro sfruttamento? Beh, se la vostra risposta è no, allora un’alternativa che sia, sì rispettosa, ma anche naturale (ed assolutamente perfetta da autoprodurre) c’è: signori e signori ecco a voi la Luffa!

La Luffa cylindrica, o più nota come Loofath, non è altro che una zucchina! ebbene sì da ora in poi userete una zucchina come spugna per il corpo ma non solo anche per lavare piatti e pulire la vostra casa e non in ultimo come giochino per i vostri amici a 4 zampe.

La luffa è una zucchina, la pianta è una cucurbitacea originaria del Sud America, annuale esattamente come le zucche belle arancio che riempiono i campi a fine autunno, ma la sua particolarità è che il frutto, ossia la luffa stessa, è troppo fibrosa ,da adulta, per poter essere consumata, così ne è stato trovato un utilizzo decisamente più consono: trasformarla in qualcosa di utile come una spugna.

Questo è il periodo perfetto per seminare le vostre spugne sostenibili, sono facili da far crescere e fanno tanti bei fiori profumati giallo arancio, a fine estate avrete un raccolto abbondante se date loro molto sole e molta acqua e così dopo averle raccolte, trasformarle da zucchine a spugne sarà davvero un gioco da ragazzi!

Dovete semplicemente prendere un bel vaso (non eccessivamente grande!), mettere un bel fondo di argilla espansa per il drenaggio, procedere a riempirlo con del terriccio e se ne avete con una piccola quantità di compost bello maturo, fate quindi dei piccoli fori premendo il dito nella terra ben compattata e ponete i vostri semi, uno per foro, copriteli e date loro acqua costantemente tenendoli a sole pieno, nel giro di una settimana vedrete spuntare piccoli germogli delle vostre piante di luffa.

Una volta che cresceranno accompagnate la loro crescita con un graticcio o anche semplicemente con delle canne di bambù.

Quando la pianta morirà (dopo circa 5 mesi)avrete finalmente le vostre spugne: infatti i frutti diventeranno da verdi a marroncino.

Raccogliete i frutti, staccate la pelle esterna e quindi schiacciate ripetutamente dal centro verso le estremità la spugna rimuovendo la parte interna carnosa e facendo così uscire tutti i semi, che farete essiccare e terrete da parte per il prossimo anno.

Se poi desiderate avere delle spugne belle chiare allora ponetela in ammollo con percarbonato di sodio ed acqua tiepida per qualche minuto così da schiarirle il più possibile evitando l’utilizzo della candeggina che è decisamente inquinante e altamente tossica per la fauna acquatica.

Fonte: https://www.greenme.it/consumare/detergenza/7736-spugne-zucchina-coltivare-luffa

Annunci